Navigare con il personal computer

Dopo aver messo in guardia tutti sull’uso della cartografia elettronica e dei chartplotter in genere, vorrei cercare di essere un po’ più positivo dando qualche indicazione sul migliore approccio al mondo degli strumenti software di supporto alla navigazione e più in particolare dei chartplotter e relativa cartografia da poter utilizzare sui comuni personal computer che ormai ci accompagnano nella vita di tutti i giorni comprese i nostri viaggi in barca.
Uno dei migliori software disponibili al momento per coloro che come me sono amanti del mondo dell’open source, è senza ombra di dubbio OpenCPN. Questo chartplotter esiste in versioni installabili in qualsiasi sistema operativo a partire da Windows in tutte le sue versioni, Linux e Unix, per finire con il mondo Mac. Molto interessante la possibilità di ottenere l’integrazione, tramite plug-in di file grib e la visualizzazione della strumentazione di bordo tramite canale NMEA.


Le carte utilizzate possono essere sia quelle raster (RNC, Raster Nautical Charts) ed in questo caso esistono pure degli strumenti sofware per rasterizzare le proprie mappe cartacee rendendole adatte alla manipolazione per coordinate, sia quelle vettoriali (ENC, Electronic Navigational Charts). Purtroppo per chi naviga nelle nostre zone non esistono molte soluzioni gratuite per l’ottenimento di carte elettroniche ed il loro aggiornamento sistematico, ma oggi le carte elettroniche hanno anche raggiunto prezzi molto abbordabili. Fra le possibilità di scaricamento gratuito di carte elettroniche, segnalo il sito del NOAA ed il sito della Nuova Zelanda, ma veramente interessante è il sito dove si possono scaricare ottime carte vettoriali di tutto il mar cinese meridionale, anche per la motivazione fornita a supporto della pubblicazione di queste carte. Si tratta dello sforzo congiunto degli istituti idrografici di Cina, Repubblica Democratica di Korea, Indonesia, Jappone, Repubblica di Korea, Malesia, Filippine, Singapore e Thailandia, i quali hanno dichiarato che poiché più della metà delle supertanker del mondo, attraversa questi mari, e che gli incidenti in queste zone possono avere conseguenze tremende sul piano ambientale e comportare costi inimmaginabili, hanno deciso di offrire una regolare cartografia elettronica in maniera completamente gratuita e provvedere al suo aggiornamento sistematico con una buona regolarità. Un bell’esempio per noi che ad ogni passo verso una maggior sicurezza in mare, ne approfittiamo per imporre obblighi di acquisto di costosi materiali e dispositivi tramite leggi e decreti.
Trovate il sito dedicato ad OpenCPN a questo indirizzo, completo della manualistica e di tutte le specifiche di sviluppo del pacchetto, compreso un forum.
Infine segnalo a tutti un’applicazione da usare insieme ad uno strumento che è destinato a conquistare uno spazio sempre più importante nella nostra vita. Si tratta di iNavX per l’iPad, uno strumento ques’ultimo molto adatto per la sua compattezza, portabilità ed autonomia per un uso a bordo di imbarcazioni piccole per la sua completezza, la possibilità di condividerne il costo con altri usi e la possibilità di un uso a bordo di imbarcazioni più grandi per la possibilità di interfacciarsi ad altri strumenti di bordo tramite wi-fi.
Un altro vantaggio indubitabile rispetto ai chartplotter tradizionali con questi strumenti è la possibilità di pianificare le crociere a casa propria e portarsi a bordo tutte le informazioni in maniera sempice.
Buona navigazione elettronica!

Similar Posts:

Share